ArtisticaRomana.it






Facebook
Linkedin
Instagram
Quelli degli Anni Venti
Un nuovo movimento per un'arte condivisa
dal 01/12/2020
in sala "Lune di Giotto"

Siamo noi. 
Quelli che saranno ricordati come gli artisti di inizio secolo. 
Quelli che con le loro opere testimonieranno la nostra epoca e ne daranno chiavi di lettura emozionali a chi le guarderà tra cento, mille anni.
Lontani dai grandi circuiti che cercano solo il profitto, scherniti dalla critica e dimenticati dalle istituzioni che ripresentano all'infinito opere dei grandi maestri morti da secoli, come se non ci fossero più proposte interessanti ormai da decenni. E così la gente non ci conosce perché il sistema non ci considera e cerca di allontanarci dal mondo reale. Mancano gli spazi espositivi, le contribuzioni sono riservate solo a grandi progetti e noi non siamo mai chiamati a far parte di quella che viene chiamata ufficialmente “cultura”. 
Eppure ci siamo
E continuiamo, nonostante tutto a sperimentare, a giocare con i colori e le forme, a creare nuove ipotesi di comunicazione e a portare la vera “cultura” tra la gente.

Opere
.
Loretta Antognozzi
"Uva"
0x0cm



Peppe Bianchi
"Carola, ritratto in bronzo"
0x0cm



Iginia Bianchi
"Suonatore di Strada"
60x0cm



Maurizio Campitelli
"Viaggiare Paris"
60x50cm



Raffaella Capannolo
"Sinizzo dei ricordi"
60x42cm 2015



Paola Ceci
"Cab City"
70x0cm



Giovanna Crudele
"Sogno di libertà"
30x30cm



Carlo Cusatelli
"Notte Scomparsa"
220x0cm



Emanuela De Gregorio
"L'albero della vita"
100x0cm



Francesca Fragale
"Pensieri"
40x50cm



Laura Guspini
"Luna noZyriana"
0x0cm 2020



Lilli Guspini
"Il Bavaglio"
50x70cm 2020


Il Covid è come certi uomini, ci obbliga a portare una mascherina, un BAVAGLIO che impedisce di esprimerci completamente, di dichiarare le nostre idee e di urlare a pieni polmoni il nostro disaccordo. Tenta di piegarci, incurvandoci, facendoci sentire inutili, sciocche e svuotate.
Ma le Donne, anche se diverse tra loro, nel momento del pericolo si uniscono per sconfiggere il mostro e finalmente trafiggere il loro aguzzino.
Stefania Hepeisen
"La Saggezza Velata"
40x60cm 2020



Ilir Jacellari
"Pescecane Tigre!"
40x30cm 2020



Mara Lautizi
"Nessun luogo lontano"
10x10cm 2020



Stefania Nicolini
"Fratellanza e dolci coccole"
80x0cm



Roberto Nizzoli
"Voluntas"
130x90cm 2020



Marco Recchia
"Summertime"
50x100cm 2014


smalti su vetro sintetico
Concetta Resta
"Uno"
0x0cm



Giuseppe Ribechi
"Senza Titolo 2"
90x70cm 2020



Manuel Santini
"212121"
0x0cm



Shadee Selim
"Geometry of soul 13"
0x0cm



Daniela Maria Serranò, Amadè
"L'origine"
50x70cm 2020